MARINA DI CAPO SAN DONATO

Presentazione

La marina di Capo San Donato è un porto pubblico ed ha visto la posa della prima pietra nel 1964.

Nel corso degli anni, per adeguare la struttura alle nuove esigenze dei diportisti con particolare attenzione all’ambiente, sono state effettuate varie opere tra le quali spiccano un impianto a pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica (attualmente dismesso) , la vasca di recupero delle acque da lavaggio imbarcazioni, la creazione di un’isola ecologica per il recupero e smaltimento di materiali
inquinanti etc.

Tutto ciò ha consentito alla marina di ottenere e mantenere la certificazione ISO 14001 senza perdere di vista la propria funzione sociale e rimanendo un approdo alla portata di tutti.

A partire dal 2007 il Comune di Finale Ligure ha affidato la gestione alla Finale Ambiente S.p.A.
La marina è inserita a pieno titolo all’interno dell’area denominata “Santuario dei cetacei” e viene spesso utilizzata come base di partenza per varie spedizioni scientifiche.

La sua posizione, incastonata nel tratto di costa tra i più suggestivi di tutto il ponente ligure, circondata da spiagge di rara bellezza e in un territorio circostante ricco di storia e natura fa sì che ormeggiare la propria imbarcazione presso la marina di Capo San Donato , possa diventare un’esperienza unica e indimenticabile.

Scheda Tecnica

Coordinate geografiche

La marina di Capo San Donato è situata a NE di Finale Ligure. Coordinate: Lat. 44° 10`56 N – Long. 8° 22`34 E.

Caratteristiche bacino

Superficie specchio acqueo: 37.600 mq. (di cui 1.350 di pontili) Piazzali a terra: 24.750 mq. Sviluppo fronti d`accosto: 1.893 mt.

Fondali

Fondo marino: sabbioso.
Fondali: in banchina da 1,5 a 3,5 m.

Fari e fanali:

44.10.5 -8.22.3 fanale a luce intermittente rossa, 2 vert., portata 3 M sulla testata del molo di sopraflutto
44.10.6 – 8.22.2 fanale a luce intermittente verde, 2 vert., portata 3 M sulla testata del molo di sottoflutto

Accesso al porto

L’imboccatura è orientata a NE; entrando mantenersi al centro dell’imboccatura per evitare barre sabbiose ai lati.

Pescaggio massimo consentito

2,40/2,50 m. Tenersi al centro dell’imboccatura mantenendo in entrata i gavitelli gialli alla propria dritta. Per aggiornamenti consultare il LOCAVURNAV o il portolano relativo alla zona.

PERICOLI

L’ingresso è pericoloso con mare grosso da levante.
In caso di pericolo le rade sicure più vicine sono la Baia dei Saraceni e Punta Crena (località Varigotti)

DISTANZE NAUTICHE DAI PORTI VICINI

Ponente: Marina di Loano 5 miglia marine
Levante: Porto di Savona 10,5 miglia marine

Come arrivare

Autostrada (A10) Genova – Ventimiglia  Uscita: Finale Ligure
Dal confine francese (A10) dalla Torino – Savona (A6 )
Strada Statale Aurelia 1

© Servizi di Riviera S.p.A. - P. I.V.A. 01214390096